Applicazioni web: standard vs custom
12 gennaio 2017
Mostra tutto

App mobile: motivi dell’insuccesso

Non basta avere un’idea per avere successo  nel mercato delle app mobile, serve una strategia efficace.

Sono molte le aziende in espansione che realizzano app mobile per la propria attività. Tuttavia il 25% delle app mobile disponibili non viene mai utilizzata.

 

Motivo dell’insuccesso?

Non basta avere un idea geniale per il successo di un app, servono sopratutto un insieme di fattori molto importanti che si riassumono in: capacità e continuità.

Chi si accinge a lanciare un’app sul mercato deve valorizzarne l’utilità. I motivi dell’insuccesso possono essere diversi, come:

  • Piano marketing inadeguato: non si è riusciti a farla conoscere sul mercato
  • Scarse performance: l’utilizzo viene minato da funzionalità buggate o sviluppate male
  • Pessima User Experience: funzionalità mal proposte che infastidiscono l’utente e lo inducono a cercare app concorrenti
  • Concorrenza: le app della concorrenza sono migliori o più conosciute

È fondamentale trovare un team che si occupi efficacemente di tutti gli aspetti che portano l’app al successo.

 

Sviluppo app

sviluppo app mobileIn primis lo sviluppo dell’applicazione deve essere affidato ad esperti che possano dare un supporto continuo all’app mobile, sia per l’evoluzione futura che per la risoluzione di bug.

Affidarsi all’amico smanettone o ad aziende che promettono grandi risultati a prezzi stracciati sono indicatori di un possibile insuccesso.

L’amico smanettone potrebbe non essere in grado di offrire software programmato bene e debuggabile o addirittura sparire nel bel mezzo dell’opera.

Le aziende che promettono grandi risultati a prezzi stracciati in realtà potrebbero offrirvi qualcosa di ben diverso da ciò che volevate. Domandatevi cosa otterrete con quel prezzo se il costo di una risorsa umana per il suo sviluppo è superiore a quanto la pagate. Un esempio di alcuni problemi?

  1. Zero assistenza post rilascio: no bugfix
  2. App ibrida: performance minori rispetto alle native, che risultano molto evidenti per alcune tipologie di app
  3. Mobile website: app mobile che fanno solo da finestra sui contenuti di un sito web pre-esistente
  4. Evoluzione costosa: se si vuole far evolvere l’app i costi potrebbero essere molto salati
  5. Incapacità di comunicazione con il team marketing
  6. Pessima User Experience: la grafica è affidata a template già acquistati e applicata senza uno studio
  7. App mobile in serie: app fotocopia di altre già sviluppate dalla stessa azienda

Nel caso dei mobile website conviene meglio investire in un sito web responsive che non ha niente in meno di un mobile website e che risulta più economico. L’unico limite sono le notifiche push, ma di recente è stata introdotta la possibilità di offrire queste notifiche anche tramite browser grazie a diversi servizi.

 

Piano Marketing

web marketing strategySe subito dopo il lancio il mercato sembra ignorare la vostra app, non disperate: continuate a comunicare con pazienza la presenza dell’app per almeno un anno sui diversi canali di comunicazione.

Le strategie da utilizzare possono essere:

  • Social media marketing
  • Web advertising
  • Mobile app advertising
  • SEO
  • E-mail marketing

Da valutare, secondo il tipo di business, anche la pubblicità sui mezzi di comunicazione tradizionali in supporto a quelli digitali.

 

La parola all’esperto

parola esperto app mobilePierre Barbeau, co-fondatore e CEO di Moblico (società americana specializzata in marketing in-app) ha pubblicato su Mobile Commerce Daily quelli che per lui sono i sei principali motivi dell’insuccesso delle app mobile:

  1. Necessità degli utenti non soddisfatte
  2. Obiettivo di business dell’app non chiaro
  3. Strategia per il post-lancio inefficace
  4. Azienda non coinvolta nel lancio dell’app
  5. Contenuti monotoni e noiosi che non conquistano
  6. Nessuno si è accorto della vostra app

 

Conclusioni

Le app mobile hanno un grosso potenziale per le aziende che investono in esse per i diversi tipi di business, così come spieghiamo in questo articolo. Ma per non buttare i soldi ci vuole un piano strategico affinchè gli utenti vengano a conoscenza dell’app e la utilizzino con frequenza.